E l'an taglià i suoi biondi capelli

Armonizzazione di Bruno Bettinelli

Canto Militare del 1854



Testo

E l'an taglià i suoi biondi capelli
la si veste da militar
lè la monta sul cavallo
verso il Piave la se ne va.

Quan' fu giunta in riva al Piave
d'un tenente si l'à incontrà
rassomigli a una donzella
fidanzata d'un mio soldà.

Na donzella io non sono
ne l'amante di un suo soldà
sono un povero coscritto
dal governo son stai richiamà.

Il tenente la prese per mano
la condusse in mezzo ai fior
e se lei sarà una donna
la mi coglierà i miglior.

I soldati che vanno alla guerra
non raccolgono mai dei fior
ma àn soltanto la baionetta
per combattere l'imperator.

Il tenente la prese per mano
la condusse a dormir
ma se lei sarà una donna
la dirà che non può venir.

I soldati che vanno alla guerra
lor non vanno mai a dormir
ma stan sempre su l'attenti
se un qualche attacco l'an vedon venir.

Verginella ero prima
verginella sono ancor
ed ò fatto sett'anni a la guerra
sempre al fianco del mio primo amor.

(pubblicato su Come canta la
montagna
)

Descrizione

Ballata arcaica diffusa a livello europeo spesso con il titolo "La ragazza guerriera". Questo è l'adattamento recente databile per espliciti riferimenti del testo alla Prima Guerra Mondiale. Dalle raccolte sono dovunque presenti alcuni elementi caratterizzanti, come la serie delle prove cui la ragazza, travestita da soldato, viene sottoposta. Il motivo della ragazza che si traveste da uomo per andare alla guerra al posto del fidanzato o del fratello (oppure per ritrovarlo) è assolutamente presente in tutte le ballate europee, da quella anglo-scozzese a quella danese, da quella bulgara a quella russa. Nelle isole Britanniche, su tale motivo esistono almeno quattro "Child Ballads" con decine di varianti. Una versione americana, intitolata Jackaroe, è stata cantata da Joan Baez nel suo "Ballad Book" volume primo.