A Turin a la rosa bianca

Armonizzazione di Flaminio Gervasi

Canto Popolare 
Provenienza: Piemonte



Testo

A Turin a la Rosa bianca
jè 'na fija da maridè.
Sua mamma che la pèntèna
cun el pentu c'a I'è d'argent.

"Mamma mia, fammi pa' tant bella,
che gli amanti mi ruberan!"
“Mamma mia, dammi cento lire,
che in America voglio andar”.

“Cento lire mi te Ie dò,
ma in America, no, no, no!”
Il fratello alla finestra:
“Mamma mia lassèla andé”

Pena giunto l'è in mezzo al mare,
bastimento si sprofondò.
Pescatore, che peschi i pesci,
la mia figlia vai tu a pescar.

La tua figlia l'è andata a fondo
mai più al mondo ritornerà!

Descrizione

La melodia è la stessa del canto "Mamma mia dammi cento lire"