Senti o madre

Armonizzazione di Piero Soffici

Canto d'Autore 
Provenienza: Trentino Alto Adige



Testo

Senti o madre la voce d'un figlio che 'l destino lontano mandò
e tra la guerra l'ignoto periglio dove il sangue il suolo bagnò.
Tra le dune le siepi e la sabbia siam costretti la notte a vegliar
ed il nemico crudele con rabbia tenta sempre mio petto mirar.
Non cedete miei cari nel pianto spero presto potervi veder
e quel figlio che amate sì tanto presto presto dovrà ritornar.
Non vestite per me la gramaglia se mi uccidono in quest'ora crudel
ed il mio sangue l'ho dato all'Italia ed il mio spirto v'aspetta nel ciel.